istanti di bellezza
Vai ai contenuti

Menu principale:

a Regola

Percorsi

a Regola

Situato nel lato meridionale della grande ansa del Tevere, Regola è il VII rione di Roma. Il suo nome deriva da Renula (poi divenuta "reula" e quindi Regola), ovvero da quella rena che ancora oggi il fiume Tevere deposita durante le piene, formando vere e proprie spiaggette. Nel periodo di Roma antica, il rione Regola apparteneva al Campo Marzio; poi dopo la caduta dell’impero, l’area rimase quasi interamente paludosa fino alla fine del Medioevo quando venne bonificata; in questa zona erano numerosi i mulini e magazzini frumentari. Nel Rinascimento poi vennero insediati molti giardini appartenenti ai palazzi delle famiglie patrizie e borghesi sorti in concomitanza dell'apertura di Via Giulia e spesso questi giardini degradavano verso il Tevere fino a raggiungere i moli privati. La vicinanza al fiume favorì la presenza di botteghe e di un artigianato mercantile dedito alle attività fluviali; allo stesso tempo la vicinanza della Basilica di San Pietro comportò la costruzione nell’area di numerosi ricoveri per pellegrini. La realizzazione del lungotevere e dei muraglioni sul fiume cambiò letteralmente la fisionomia del rione, cancellando alcune caratteristiche strade e cancellando importanti costruzioni del passato. Nonostante ciò, strade e piazze del rione costituiscono ancora una delle parti meglio conservate della Roma del XV secolo.

Sergio Natalizia - 2010-2014

Torna ai contenuti | Torna al menu