istanti di bellezza
Vai ai contenuti

Menu principale:

Trevi, non solo la fontana...

Racconti > Percorsi

il rione Trevi, non solo la fontana

Quando a Roma si parla di Trevi subito l'immagine che ci si presenta nella mente è quella delle fontane: infatti non solo la Fontana di Trevi ma anche quella del Tritone e le Quattro Fontane, sono immancabili mete di ogni turista che decida di visitare Roma.

Molti pensano che il nome del rione Trevi derivi proprio dalla presenza della fontana più famosa del mondo, ma non è così: il nome deriva probabilmente dal termine latino trivium, che stava ad indicare la confluenza di tre vie. Il rione era sempre stato diviso in due parti principali: quella bassa, pianeggiante, e quella alta, collinare. La prima era quella più densamente popolata e centro di attività cittadine, mentre la seconda rimase essenzialmente una ricca zona residenziale, con ampie zone a vigne e giardini e grandi palazzi nobiliari.  La situazione rimase inalterata fino alla fine del XIX secolo. Con la trasformazione della zona del Quirinale in un centro di potere, ospitando dapprima numerosi palazzi rappresentativi della potere papale, poi quelli di capitale del Regno d’Italia, si trasformò la parte collinare del rione. Vennero poi anche gli sventramenti e le grandi arterie del Tritone e di via Nazionale e nel giro di pochi decenni mutò completamente il volto di uno degli angoli più romantici della città: il rione perse gradualmente il fascino popolare originario, che si è mantenuto solo in alcune parti intorno a Fontana di Trevi.

© Sergio Natalizia - 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu