istanti di bellezza
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fontana monumento del Belli

Sguardi > Fontane

Monumento fontana di Giuseppe Gioachino Belli

piazza Sidney Sonnino - rione Trastevere
Situata a Trastevere, il rione più “romanesco” della città, il monumento-fontana a Giuseppe Gioachino Belli, considerato il massimo poeta dialettale e colui  che più ha saputo cogliere l’anima popolare di Roma ai primi dell'Ottocento, fu realizzato con i fondi di una sottoscrizione popolare nel 1913 dallo scultore siciliano Michele Tripisciano, in occasione delle celebrazioni per il cinquantenario della morte del poeta.
Il poeta poggia la mano destra su una ricostruzione della spalletta del ponte Fabricio, riconoscibile per la presenza di una delle erme quadrifronti che lo caratterizza; mentre Il basamento reca dei rilievi con la personificazione distesa del Tevere con la Lupa ed i Gemelli. Il monumento presenta la seguente iscrizione:

"AL SUO POETA G.G. BELLI IL POPOLO DI ROMA MCMXIII".

Le fontane che si trovano nelle parti laterali del monumento, sollevate di tre gradini, sono formate ciascuna da una vasca in marmo con bordo modanato, nella quale un mascherone, appoggiato su una mensola e con al centro due ampie volute, versa un getto d’acqua. I mascheroni raffigurano la “Poesia” e la “Satira”. Sul lato opposto del monumento una scena che raffigura la statua parlante di “Pasquino” attorniata da diverse figure di popolani.

Sergio Natalizia - 2016

Torna ai contenuti | Torna al menu