istanti di bellezza
Vai ai contenuti

Menu principale:

le macchine e gli dei

Racconti > Punti di vista

le macchine e gli dei.......

La Centrale Montemartini rappresenta oggi uno spazio museale dove l’archeologia classica e l’archeologia industriale si fondono in un connubio dall’atmosfera unica. La vecchia centrale, il primo impianto pubblico di Roma per la produzione di energia elettrica ora dismesso, infatti è uno straordinario esempio di riconversione in sede museale di un edificio di archeologia industriale. La Centrale  Montemartini è un luogo suggestivo e misterioso in cui il candore di antiche sculture in marmo si contrappone al nero e al freddo degli imponenti meccanismi dell’impianto termoelettrico. Negli spazi tra le colonne, le caldaie e le macchine che danno nome alle varie sale della centrale, si incontrano sculture di dei, eroi,  creature mitologiche, politici, poeti e imperatori espressione dell’arte romana dell’età repubblicana ed imperiale. L’accostamento di questi reperti, così diversi l’uno dall’altro, genera un contrasto che riesce ad  incantare ogni visitatore: il museo della Centrale Montemartini, divenuto il secondo polo espositivo dei Musei Capitolini, non a caso è entrato a far parte della lista, redatta dal quotidiano britannico Guardian, dei 10 musei più belli e meno conosciuti in Europa.

Sergio Natalizia - 2018

Torna ai contenuti | Torna al menu